Immagine docker

Konga Server può essere eseguito come container docker senza bisogno di installazione. Le immagini docker sono disponibili su Docker Hub, per cui è possibile eseguire una istanza di Konga Server semplicemente lanciando il comando:

docker run -p 51966:51966 easybyte/konga-server

Questo comando scaricherà automaticamente l’ultima versione - se non già presente localmente sulla macchina - ed eseguirà il server. Se si desidera lanciare una versione specifica, usare il tag dedicato; vedere la lista dei tag disponibili per maggiorni informazioni.

La porta TCP 51966 deve essere esposta per consentire le connessioni da Konga Client; se si vuole consentire anche l’accesso ai webservice, occorrerà esporre anche la porta corrispondente (di norma la 443 o la 8080 a seconda se si richiedono connessioni protette o meno).

E” consigliato montare un volume esterno sul percorso /usr/share/konga-server, in quanto questa è la directory dove Konga Server assume siano posizionati la configurazione del server, i database, i backup e tutti i dati di supporto:

docker volume create my-data
docker run -v my-data:/usr/share/konga-server -p 51966:51966 easybyte/konga-server

Il log del server come da prassi docker sarà interamente convogliato su standard output per eventuale successivo processamento tramite apposito log driver.

Attivazione e configurazione

L’immagine docker è basata su Linux ubuntu:latest e usa una versione minimale del pacchetto .deb del server specificatamente costruita per docker; essa è priva delle applicazioni easybyte-konga-server-licenser e easybyte-konga-server-monitor. Non essendo disponibile il licenser, per attivare il programma si deve procedere in un altro modo; di seguito elenchiamo due possibili metodi per attivare Konga Server.

Attivazione tramite variabili d’ambiente

Questo è il metodo di attivazione consigliato: specificando delle variabili d’ambiente è possibile effettuare l’attivazione automaticamente al primo avvio del server. Queste variabili sono KONGA_SERIAL (seriale del programma), KONGA_ACTIVATION_LOGIN (nome utente del vostro account con EasyByte Software) e KONGA_ACTIVATION_PASSWORD (password del vostro account con EasyByte Software); se non si possiede una o più delle informazioni necessarie, contattare EasyByte Software. Per usare questo metodo di attivazione, si può per esempio avviare il container:

docker run -p 51966:51966 -e KONGA_SERIAL="1234-56789" -e KONGA_ACTIVATION_LOGIN="user" -e KONGA_ACTIVATION_PASSWORD="password" easybyte/konga-server

Attivazione tramite Konga Client

Connettendosi al server da un Konga Client, è possibile procedere all’attivazione del programma da console di amministrazione. Il comando da usare è .activate, e assume che si sia già in possesso di una chiave di attivazione valida per il server; in mancanza di chiave di attivazione, occorre munirsi di codice di installazione (ottenibile tramite il comando .license) e comunicarlo ad EasyByte Software per la generazione di una chiave dedicata.